Le origini

Prima del XVII secolo e dell’arrivo del pomodoro in Italia la pizza era bianca o condita con ciò che si aveva in casa.

La prima unione tra pasta e pomodoro avvenne a metà del ‘700 nel Regno di Napoli; all’inizio ci fu un po’ di diffidenza riguardo alla nuova ricetta, successivamente si diffuse comprendendo sia la popolazione più povera sia i nobili e i sovrani borbonici.

Secondo la tradizione napoletana, tramandata dai puristi del gusto, la vera pizza italiana ha solo due varianti di condimento, dunque le uniche due pizze degne di questo nome sono:

  • la pizza marinara;
  • la pizza margherita.

Secondo la storia tradizionale napoletana queste sono le prime due delle tre pizze che Raffaele Esposito, il più esperto pizzaiolo di quell’epoca, preparò in occasione dell’arrivo dei Reali di Savoia a Napoli, nel giugno 1889.

La terza pizza presentata ai nobili fu la la pizza alla Mastunicola (in dialetto, del maestro Nicola) fatta di strutto, formaggio e basilico a profumare la pasta.

Pizza marinara

La marinara è la più antica tra le due e ha un condimento più semplice: pomodoro, origano, aglio, olio extra-vergine d’oliva e solitamente basilico.

Contrariamente a quanto suggerisce il nome questa pizza non contiene pesce, ma veniva chiamata così perché era il cibo che i pescatori mangiavano al rientro dalle lunghe giornate di pesca nella Baia di Napoli; un pasto veloce, semplice e sostanzioso che potevano permettersi anche i più poveri.

Pizza margherita

Nonostante la sua precedente menzione in alcuni scritti, si attribuisce il nome della pizza alla Regina Margherita di Savoia che assaggiò la pizza “pomodoro e mozzarella” e rimanendo estasiata dal gusto scrisse una lettera di elogio al pizzaiolo. Raffaele Esposito così decise di contraccambiare l’affetto dando il nome della Regina d’Italia a quella che oggi conosciamo come pizza margherita.

La pizza era condita con la mozzarella tagliata a fette sottili, disposte sulla salsa di pomodoro proprio a forma di margherita, con la successiva aggiunta delle foglie di basilico al centro per adornare il piatto; i colori volevano rendere omaggio della bandiera italiana.

Fuja Fuja Help Chat Gaia
Invia tramite WhatsApp